Telesoccorso della Svizzera italiana: bracciale salvavita per anziani in Svizzera

Spitex BeeCare » Notizie » Telesoccorso della Svizzera italiana: bracciale salvavita per anziani in Svizzera

Il telesoccorso rappresenta la possibilità di vivere da soli, avendo però la sicurezza di un aiuto in più nel momento del bisogno. Cadute in casa da cui non ci si riesce a rialzare, un momento di smarrimento momentaneo o ancora un improvviso malore: a volte arrivare al telefono può essere troppo difficoltoso.

Con il telesoccorso per chiedere aiuto basta schiacciare un pulsante su un bracciale da portare al polso.

Come funziona questo strumento così semplice? Ce lo spiega Antonella Lepori, responsabile del telesoccorso ATTE, Associazione Ticinese Terza Età, una realtà attiva sul territorio a favore degli anziani ancora attivi.

ATTE infatti si occupa di coordinare corsi per l’università della terza età e viaggi di gruppo con accompagnatori con mansioni organizzative, oltre al servizio del telesoccorso.

Telesoccorso della Svizzera italiana: come funziona

Il telesoccorso è pensato per anziani o persone fragili che si non si sentono sicuri al proprio domicilio. Quando la persona si trova in difficoltà, ad esempio cade e non riesce a rialzarsi, preme il pulsante del bracciale e la chiamata va direttamente alla centrale di soccorso del 144 che organizza gli aiuti.

Se la persona non si trova troppo distante dall’altoparlante a cui è collegato il bracciale, riesce a parlare con l’operatore e spiegare cos’è successo. Non è possibile infatti parlare direttamente nel bracciale che non è dotato di microfono, essendo impermeabile per poter essere indossato anche sotto la doccia.

Se l’anziano non riesce a comunicare, il 144 è comunque in grado di organizzare i soccorsi. Infatti quando la persona si iscrive al servizio compila un formulario in cui lascia i propri dati e i numeri di telefono dei familiari o conoscenti. Inoltre consigliamo vivamente di consegnare una chiave di casa all’ambulanza locale per garantire l’intervento immediato”.

Dove si può attivare il Telesoccorso della Svizzera italiana

“Il telesoccorso è disponibile in tutto il Canton Ticino, da Airolo a Chiasso, inoltre è attivo anche nei Grigioni. Ad oggi sono 2.700 gli utenti che usufruiscono del servizio: si tratta soprattutto di persone anziane, ma anche di persone più giovani con fragilità.

Il costo del servizio è di 202 franchi per l’attivazione, oltre a un abbonamento mensile di 38 franchi per il noleggio dell’apparecchiatura. Gli apparecchi sono sempre controllati da remoto. Qualche volta capitano falsi allarmi, ad esempio se una persona schiaccia il bottone per sbaglio, ma non è un problema.

Alla centrale di soccorso 144 vi sono degli operatori appositamente dedicati al telesoccorso” assicura Antonella Lepori, responsabile del servizio Telesoccorso.

“Le cadute in casa sono il motivo più ricorrente tra le richieste di aiuto, perché spesso l’anziano trovandosi a terra non riesce ad arrivare al telefono. Il bottone del telesoccorso è utile anche se l’anziano non è completamente lucido e non riesce a comporre un numero di telefono. Il telesoccorso è una sicurezza per l’utente e una tranquillità per i familiari”.

Con il telesoccorso la sicurezza è dentro e fuori casa

Se l’anziano è solito fare passeggiate da solo può comunque usufruire del telesoccorso?

Certamente – spiega Antonella Lepori infatti ci sono due tipi di apparecchio. L’apparecchio Novo che funziona solamente in casa e al massimo in giardino, mentre l’apparecchio Nemo funziona anche fuori casa ed è consigliato per gli anziani attivi che fanno ancora passeggiate, pescatori o cacciatori.

 Il pulsante resterà sempre al braccio mentre l’apparecchio NEMO dovrà essere messo in carica tutte le sere, come un cellulare, e portato con sé all’esterno.

Al momento dell’attivazione dell’allarme, la persona viene localizzata geograficamente e la centrale di soccorso 144 può organizzare l’eventuale intervento”.

Per informazioni:

091 850 05 53 – telesoccorso@atte.ch

Send this to a friend